LyricsMP3 Download

[MP3 + LYRICS] Caparezza ft. Matthew Marcantonio – Canthology

DOWNLOAD MP3

Caparezza ft. Matthew Marcantonio – Canthology Mp3 download

Il titolo “Canthology” è una crasi di “canzone” e “anthology”, o forse di “Caparezza” e “anthology”: si tratta perciò di un’antologia dei suoi brani. Vengono dunque citati (quasi sempre in ordine cronologico) i titoli di molti dei suoi pezzi storici, spesso capovolgendoli in cerca di un rinnovamento; le canzoni dei suoi album precedenti, come dice il ritornello in lingua inglese, “si sono sparpagliate in giro”, “cercando di arrivare da qualche parte”.

DOWNLOAD MP3

[Strofa 1: Caparezza]
Sono in un bad trip come quei tre kids di Fatima
Vedo cose che neanche Roy Batty si immagina
Scrivo testi pop-up ed è 3D ogni pagina
Tu la vedi rosea, sei Elvis in Cadillac
Preso dalla sassaiola della calca che mi odia
Nella piazza Micheal Jackson grida: “Capa, sei un idiota!”
E cammino, solo e pazzo
Poi mi fermo, come in coma
Nel conflitto, manco m’arzo
Non intendo il re di Roma
Chiamo il mio cane ma, ahimè, è lontano
Ho capito che il secondo album era più facile dell’ottavo
Tipi che mi chiedono del tunnel
Dammi una pala che me lo scavo
Dicono che vengo dalla Luna
Ma la mia casa è in un sotterraneo
Suona l’Inno Verdano

[Pre-Ritornello 1: Caparezza]
E diventa buio pesto
Questo toro tifa il matador e gli lecca tutto il retto
Sto in disparte con le lance
Voglio fargli un buco in petto
La mia parte intollerante
Sta ingoiando tutto il resto

[Ritornello: Matthew Marcantonio]
Things are scattered everywhere
No one seems to care
They’re trying to get somewhere
Things are scattered everywhere
No one seems to care
They’re trying to get somewhere
Get away
Get away
Get away
Get away

[Strofa 2: Caparezza]
La mia patria è una giungla
Mani in tasca, ruba in pullman
Aria marcia sulla guglia
Curva canta “Puglia, Puglia”
La mia Ilaria è una bulla
Tuta gialla, Uma Thurman
La katana sulla nuca
Giù la lama, ma nessun abiura
Cade la cabeza, sembro Danton
Parte la contesa al centrocampo
La squadra gioca all’attacco
Si scalda Giovanna D’Arco
Io sul palco vinco un premio
Luce, fari, neon
Tutti fanno il dito medio
Pure Galileo
Vedo Van Gogh con la vanga
Sta inumando la mia salma
Filippo Argenti fa la calza
Passa dai Carcass alla Callas
Arrivano i russi, ma è troppo tardi
Macché porto d’armi
Porto una penna che possa confortarmi
[Pre-Ritornello 2: Caparezza]
Il vento fischia una preghiera, sembra Larsen
Mentre fisso una teiera, Bertrand Russell
Palle piene portate a zaino da Atlante
Vado a stare bene, butto la chiave nel sacro Gange

[Ritornello: Matthew Marcantonio]
Things are scattered everywhere
No one seems to care
They’re trying to get somewhere
Get away
Get away
Get away
Get away

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button